You Are Here: Home » Letteratu-torial » Erinni vs Venere. I discendenti di Urano

Erinni vs Venere. I discendenti di Urano

Che racconto idilliaco quello della mitologia! Figli che maltrattano la madre, padri che vengono uccisi dagli ultimogeniti, figli che ricevono la maledizione lanciata loro dai genitori… insomma, gli dèi pre-olimpici (ossia quelli che vengono prima della costituzione dell’Olimpo, il monte dove risiederanno le divinità greche) non erano esattamente una famiglia da Mulino Bianco. Ma dove eravamo rimasti? C’eravamo lasciati proprio con Urano che, evirato da Crono – sangue del suo sangue, è proprio il caso di dirlo… –, lancia sul suo erede e sui suoi fratelli un duro anatema.

 

La discendenza di Urano

Vi chiedere, allora: quali sono le conseguenze del taglio degli “attributi”? Be’, fate mente locale delle puntate precedenti: le divinità sono sbocciate come funghi, nate così, a caso, dal nulla. Che potrà mai fare il membro di Urano che gira a destra e a manca per il mondo? Bravi, indovinato! Dall’evirazione di Urano nasce una nutrita schiera di pargoli: innanzitutto le Erinni, creature mostruose (che ritroveremo nell’Eneide… ricordatevi di loro quando la studierete!) che puniscono i reati commessi contro altri membri della propria famiglia. Il loro aspetto è più spaventevole del mio appena svegliata la mattina (e ce ne vuole): serpenti al posto dei capelli, bocca spalancata per urlare, ali per andare ad acchiappare la gente da torturare.

 

Le Erinni saranno grandi protagoniste della tragedia Oreste di Eschilo (uno del cerchio magico della drammaturgia greca), dove chiederanno l’uccisione dell’eroe che dà il nome alla tragedia  per aver assassinato la madre Clitemnestra (non vi preoccupate, ne riparleremo…). Se le Erinni non sono esattamente creature docili e celestiali, i loro fratelli non sono da meno. I Giganti, infatti, rappresentano la violenza bellica (non la violenza bella, eh!), così come le sorelle Meliadi sono guerriere indefesse (non fesse!) Insomma, i figli di Urano sono proprio carucci… ma quest’essere non ha fatto nulla di buono?! In realtà, c’è una terza entità nata dopo la castrazione di Urano…

erinni

Chiudete gli occhi. Visualizzate un mare limpidissimo, il rumore delle onde che si infrangono sulla riva, le conchiglie che ricoprono la superficie sabbiosa della spiaggia… no, fermi: non parlo della Maldive, bensì di Cipro. In lontananza, nel mare, potete intravedere qualcosa che galleggia e che si avvicina sempre di più… cos’è? “Aspetta, ma non è… una cosa che appartiene a Urano?” Esatto, esatto… ma continuate a osservare! Dallo stesso punto, improvvisamente, viene su una splendida ragazza, rappresentata solitamente nuda con solo i lunghi capelli biondi a coprirla. Chi è? Sono aperte le scommesse! Va bene, vi aiuto… e se vi dicessi che sta su una conchiglia? Ottimo, è Venere (o meglio Afrodite)! Da tanta violenza e bruttezza alla fine qualcosa di positivo è scaturito.

Del resto, dopo Afrodite nasceranno anche Eros e Himeros, ossia Amore e Desiderio. Stavolta sì, fate bene a pensare al bambino grassottello e dotato di arco, non più al vecchio con la barba bianca che vi avevo tratteggiato nelle prima “puntata” del nostro viaggio nel mito. Finalmente nasce la concordia, l’amore, la speranza, tanto che subito dopo ha inizio una guerra spietata tra le divinità per la successione a Urano… sarà mica Eros a portare iella?! Per non rischiare, gli starei lontano…

 

La lotta per la successione

Crono pensa bene di fare questo ragionamento: “Sapete che c’è? Visto che vi ho liberati tutti, mo’ comando io”. E così fu. Viva la democrazia! E poi si sa che i figli sono simili ai padri… anche Crono, non a caso, per non perdere il potere, evita che i figli avuti con la moglie Rea – sua sorella… del resto non aveva molta altra scelta! – vedano la luce e li ingoia. Insomma, il bue che dice cornuto all’asino: Crono si è lamentato del padre Urano, arrivando ad evirarlo, ma dopo fa lo stesso coi suoi figli. E secondo voi che sorte lo attende?! Eh no, non ve lo anticipo… ne riparleremo mercoledì prossimo!

About The Author

Number of Entries : 53

Lascia un commento

© 2011 Powered By Wordpress, Goodnews Theme By Momizat Team

Scroll to top